Rap e danza contemporanea: quando musica, parole e movimento si fondono insieme

Rap e danza contemporanea: quando musica, parole e movimento si fondono insieme

rap e danza

Cosa hanno in comune il Rap e la danza contemporanea? Ma la musica ovviamente, fil rouge che lega indissolubilmente queste forme di espressione artistica all’apparenza così lontane per storia e cultura. Perché poi i testi ed i gesti vanno a costruire un insieme perfetto, scandito dalle note musicali.

Il Rap nasce negli Stati Uniti sul finire degli anni settanta e si basa sulla capacità di creare attraverso l’incastro di parole (molto spesso) in rima, una sorta di motivo che prende il nome di flusso (flow) accompagnato da una base musicale. E’ un genere, dunque, nel quale la capacità ritmica è più importante dell’intonazione vera e propria e dove le parole giocano un ruolo cruciale: un buon testo rap deve essere quasi come una poesia.

La danza contemporanea, invece, rappresenta un genere di danza del tutto nuovo che storicamente si pone dopo la danza moderna e post-moderna. E’ un tipo di danza che non vedrete quasi mai in televisione ma solo in teatri ed in festival dedicati, come il Roma Europa Festival. E’ un’arte che si basa sul movimento e sui gesti, può essere definita come la scrittura del movimento. In quanto contemporanea è un tipo di danza in continuo cambiamento ed in continua evoluzione e per questo è difficilmente catalogabile.

In Spazio al linguaggio andiamo dunque a conoscere insieme ad un rapper e una danzatrice le caratteristiche di questi due generi artistici.

Per il ciclo 11Radio Story.

Se volete ascoltare altre trasmissioni dal nostro archivio le trovate su: http://undiciradio.it/podcast/

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.