Tempi duri per le persone con disabilità, nel culto greco della perfezione del corpo

Tempi duri per le persone con disabilità, nel culto greco della perfezione del corpo

La Disabilità Nell Antica Grecia

Dal concetto di “monstrum” dell’antico egitto, nel periodo dell’antica Grecia si passa al senso della disabilità come pura questione umana, di uomini tra gli uomini.

In questo periodo, soprattutto i filosofi non avevano buona considerazione delle persone con disabilità: Aristotele, ad esempio, affermava di non allevare o non curare i neonati deformi o malati. Della stessa ideologia era Platone.

Nella terza puntata delle Spigolature con l’amico Paolo, parliamo anche di alcune eccezioni: prima fra tutte, Omero… Cieco dalla nascita ma affabulatore, poeta, cantore e per questo molto apprezzato.

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.