Dalla disabilità esibita alla disabilità medicalizzata

Dalla disabilità esibita alla disabilità medicalizzata

Disabilità nel Rinascimento

Sembra non cambiare di molto la concezione della disabilità in epoca rinascimentale, rispetto ai periodi storici precedentemente analizzati nelle Spigolature con l’amico Paolo.

In questo caso, la disabilità viene in un certo senso esibita: questo avviene con i buffoni di corte, molto spesso nani o comunque persone deformi.

Si comincia comunque ad intravedere un diverso approccio nei confronti della concezione della disabilità con la “Lettera sui ciechi ad uso di coloro che vedono“.

Lascia un Commento

Si deve essere il log in per inviare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.