La comunicazione è un bene di tutti.

rappresentazione comunicazione sociale

Per capire a fondo la differenza tra Comunicazione Sociale e Comunicazione Commerciale è necessario fare una premessa: il termine commerciale, associato all’ambito della comunicazione, assume un significato molto più ampio di quello letteralmente inteso di un’attività concernete l’acquisto e la vendita di beni. Così anche il guadagno che la comunicazione di tipo commerciale può portare a chi la usa non è semplicemente di natura economica ma, anzi, il più delle volte si concretizza sotto la forma di Potere (politico, sociale, culturale e anche economico). E’ bene, quindi, tener presente che quando parliamo di Comunicazione Commerciale non facciamo riferimento alla pubblicità per vendere un prodotto, ma ad un uso specifico dei mezzi di comunicazione con lo scopo di persuadere, manipolare o influenzare il ricevente ad accettare una determinata ragione, a fare sua un’unica verità.

Bisogna fare attenzione, però, a non confondere la Comunicazione Commerciale con la comunicazione di massa. L’elemento che definisce la prima è la sua funzione manipolativa, mentre per la seconda sono le caratteristiche tecniche del mezzo e la possibilità di diffondere un messaggio ad una massa numerosa di destinatari. Avere chiare in mente determinate distinzioni e definizioni è utile per non commettere l’errore di considerare tutti i messaggi provenienti dai mass media come manipolativi e, di conseguenza, esemplificare un discorso molto più complesso nella ricerca di un capro espiatorio da stigmatizzare. Sarà bene chiarire che il pensiero che è alla base di 11Radio non è e non si basa su una condanna tout-court della Comunicazione Commerciale, ma è il frutto di un percorso di riflessione sociale e culturale sull’uso predominante dei mezzi di comunicazione (tutti i mezzi di comunicazione, di massa e non) per scopi persuasivi e manipolativi nonchè un’analisi del totale oscuramento della Comunicazione Sociale.

Sarà bene ora definire cos’è la Comunicazione Sociale, precisando che la definizione che noi di 11Radio assumiamo come postulato di tutto il nostro pensiero non trova alcun riscontro nelle definizioni accademiche che studiosi di scienze della comunicazione ed anche scienze della comunicazione sociale danno. Il modo più semplice, a nostro avviso, per definire la Comunicazione Sociale è quello di metterla a confronto diretto con il suo opposto: la Comunicazione Commerciale basa tutte le sue potenzialità sugli indici di ascolto; la Comunicazione Sociale, invece, basa tutte le sue potenzialità sugli indici di partecipazione. Obiettivo della Comunicazione Sociale non è quello di indurre un pubblico di persone a fare o pensare una determinata cosa; la sua funzione archetipica è quella di aggregatore sociale. Sulla base di questo postulato nascono sia i nostri Progetti di Comunicazione Sociale come la casa editrice per bambini Il brucofarfalla e il Network 11Radio, che i nostri Percorsi di Formazione 11Radio.